Vieni a trovarci su...

 

Il nostro motto

Dalla provincia di Benevento una sola passione, una sola musica, un solo modo di vivere, un solo mito: SOLO VASCO!!!
Noi che facciamo km e km solo per te;
Noi che preferiamo una vita spericolata e non una vita tranquilla;
Noi che pensiamo che la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia;
Noi che "Ogni volta con Vasco Basta poco per Vivere una favola";

Tutto questo è  SOLO VASCO FANSCLUB!!!

Live Kom 016

Home

Articoli vecchi

3° RADUNO DELLA COMBRICCOLA   

 UN GRANDE RICONOSCIMENTO PER GLI AMICI DEGLI ANYMORE

mercoledì 27 luglio 2011 

Raduno della Combriccola

 

Una bellissima notizia per i nostri amici degli Anymore (la nostra cover band di riferimento): suoneranno a Zocca per il 3° ritiro nazionale della Combriccola del Blasco. Sarà un grande riconoscimento per loro ma anche una conferma di essere una delle miglior cover band d'Italia (per noi la migliore) dopo aver ricevuto nel 2008 a Latina la nomina di miglior cover band di Vasco dell'anno. 

Il raduno, con ingresso gratuito, è previsto per domenica 4 settembre alle 18 nella Piazza del mercato di Zocca. Ci saranno tante iniziative per la serata e vi invito a leggere il programma sul sito del raduno (clicca qui) anche per avere delle info (come arrivare, dove alloggiare ecc.). 

Noi naturalmente a questo evento non mancheremo e saremo a Zocca per sostenere i nostri amici e per incontrarvi tutti voi fans del Blasco nazionale. Vi invitiamo tutti a partecipare perchè sarà un mega raduno per noi fans.    

 


 

VASCO IN CLINICA 

 SOSPETTA FRATTURA ALLA COSTOLA

venerdì 22 luglio 2011 

VASCO ROCK

 

Ieri sera c'è stata molta agitazione tra noi fans per la notizia shock di Vasco in ospedale. Da martedì Vasco è ricoverato in una clinica privata bolognese. A dispetto delle voci circolate allarmanti di un ricovero e addirittura di un coma farmacologico, Tania Sachs fa sapere che si tratta di semplici controlli dopo a un "fortissimo dolore che perseguita Vasco da giorni e che dalla spalla è passato alla schiena", dolore probabilmente dovuto alla frattura di una costola. Sicuramente uno strascico del dolore che ha avuto prima dell'ultimo concerto di Milano del 22 giugno. "Vasco è addolorato, nel senso di dolorante, ma è importante fare tutti gli esami". A riferirlo ai giornalisti è stato un suo amico da sempre, l'esperto di riprese e di produzioni audio e video Gianni Gitti, che è andato a fargli visita. Assoluto riserbo, invece, sulle analisi in corso e sui risultati degli esami che si stanno svolgendo. 

Gli possiamo fare solo un "In bocca a lupo" di una pronta guarigione. Noi siamo sereni perchè ritornerà sul palco più forte di prima perchè lui è un uomo forte. 

 

FORZA KOMANDANTE SIAMO TUTTI VICINI A TE!!!

  


 

QUESTA STORIA QUA 

 IL NUOVO FILM SU VASCO IN USCITA A SETTEMBRE

sabato 16 luglio 2011 

{youtube}BRoPjdLSjSI&feature=player_embedded{/youtube}

 

Segnatevi questa data: 5 settembre 2011. Ci sarà la presentazione del nuovo film documentario sulla vita di Vasco come evento speciale al Festival di Venezia. E' un film con video inediti su Vasco dove il protagonista è lo stesso Vasco. Il film è stato realizzato da Alessandro Paris e Sibylle Righetti. Per l'occasione 200 cinema in tutta Italia saranno collegati via satellite per seguire il nostro Mito e i suoi ospiti al festival e vedere il film in anteprima, vivendo le stesse emozioni del tappeto rosso e della première. Poi dal 7 settembre uscirà il film in tutti i cinema. 

Noi stiamo organizzando, qui nel beneventano, un evento speciale. Abbiamo prenotato per il 5 settembre mezza sala del Torrevillage di Torrecuo (Bn) per vivere tutti insieme le emozioni del film e sarà anche un momento per incontrarci o per rivederci. Seguitici sulla nostra pagina Facebook per tutte le info oppure potete mandare una email al nostro indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 


 

 

OLIMPICO SEMPRE STRAORDINARIO 

 LE EMOZIONI DEL CONCERTO NELLA CAPITALE

venerdì 08 luglio 2011 

Gruppo Roma Vasco

  

E' stato il nostro primo pullman organizzato per vedere un concerto del nostro Komandante. Un'esperienza nuova per noi del Fansclub ed è stato emozionante poter condividere insieme le emozioni che solo le canzoni di Vasco sanno trasmettere. E' stato molto importante per noi far venire persone che per la prima volta hanno visto un concerto di Vasco e sicuramente gli rimarrà impresso nella mente. Inoltre volevamo ringranziare personalmente le 50 persone che hanno creduto alla nostra iniziativa e che sono venuti con il pullman con noi. Vi invitiamo tutti, anche gli altri simpatizzanti del nostro Fansclub, a seguirci nelle nostre inziative.  

Ecco le emozioni di un fondatore del Solo Vasco Fansclub Benito Tangredi: 

Brividi, emozioni, sussulti, sensazioni forti e suggestioni. Entusiasmo, ardore, trasporto e passione. In una sola parola: Vasco.

Il Komandante illumina la notte capitolina con un rock’n roll show di rara bellezza. Tre ore di spettacolo, centottanta minuti di adrenalina pura in un mix di stupore e commozione, meraviglia e coinvolgimento; fiamme e chitarra, funamboli e melodie, giochi di luce e canzoni indimenticabili; il tutto nella magica cornice dell’Olimpico. E' estremamente complicato esternare tutto ciò che ti resta dentro in seguito ad una serata del genere, difficile provare a trascrivere su un personal computer gli stati d’animo che si attraversano prima, durante e dopo un concerto del Blasco. Provi a mettere ordine ma non ci riesci, talmente tanti sono i ricordi che hai fissato nella mente. Dall’enorme tricolore sbandierato dal garibaldino Diego Spagnoli (sul ritornello di Guarda Dove Vai) al saluto a Massimo Riva (che questa volta non arriva dopo il breve ritornello di Canzone ma durante la presentazione della band in un gesto dal forte carico emotivo) passando per il fervore della platea alle note di “Non l’hai mica capito” e “Rewind”.

Roma ci consegna un Vasco che non ha perso il vizio di graffiare: da Delusa (quel Berlusconi lì) agli intermezzi discorsivi (il meglio è già passato, hanno chiuso il Roxy Bar, vorrà dire andremo da Mario). Ne tantomeno di fare quello che da trent’anni gli riesce meglio: dispensare emozioni. Ed allora ecco riproposto il medley acustico. Sedia e chitarra, a rimarcare che prima di tutti gli effetti speciali del palco, prima della miglior band in circolazione c’è lui, lui e le sei corde dalle quali prendono vita i suoi capolavori.  Più che un concerto, un viaggio; dai brividi che volano via a quelli provati nel guardare i lividi che han lasciato segni dentro. Il percorso umano, artistico e professionale di un artista che da trent’anni riversa nelle canzoni i suoi sentimenti, che parla al mondo a ritmo di musica.

 

 Ci si rivede a settembre ad Avellino per vivere insieme a noi un evento atteso da anni!!!

  


   

 VASCO SI DIMETTE DA ROCKSTAR 

 L'INTERVISTA DI MOLLICA DI IERI SERA

lunedì 27 giugno 2011 

{youtube}GHV1gB8gIVw&feature=player_embedded{/youtube}

 

Dopo le dichiarazioni di ieri sera di Vasco allo speciale Tg1 andato in onda alle 23:30 su Raiuno, c'è stata molta trepidazione tra i fans di Vasco. Molti hanno espresso la loro delusione e tristrezza su facebook o su altri socail network.

Ecco cosa ha dichiarato ieri sera a fine intervista: 

“Dopo 30 anni dichiaro, alla fine di questo tour, felicemente conclusa la mia straordinaria attività di rockstar...coninuerò a scrivere canzoni e magari a fare anche dei concerti...dichiaro felicemente conclusa la straordinaria attività da Rockstar dopo 30 anni...non dico che tornerò cittadino normale...farò canzoni ed ho anche intenzione di insegnare ad ascoltare canzoni...

Non so che attività comincerò perchè non lo so...le canzoni continuerò a scriverle lo stesso, mi piace, farò anche dei concerti, magari faccio dei concerti così, all’improvviso: arrivo in un posto e mi metto a suonare, chi c’è c’è, chi non c’è non c’è…
a 60 anni non puoi più fare la rockstar, è anche una questione di fisico...
alla fine di questo tour basta, quindi questa è l’ultima tournèe di questo tipo...con queste strutture...quello che comincia non si sa..di sicuro inizierà qualcosa..quando finisce qualcosa inizia sempre qualcos'altro!”.
 

Per noi è tutta una "bufala" questa dimissione da Rockstar. Non ci scordiamo che Vasco è un "Provocatore" ; considerate come ha fatto queste dichiarazioni senza parlare seriamente ma ridendoci su. Poi queste dichiarazione le ha fatte ad ogni tour ma poi è ritornato sui suoi passi. Forse non farà più tournèè lunghe negli stadi perchè naturalmente il fisico non lo permette però farà dei concerti evento (tipo San siro 2003) oppure dei concerti nei teatri (come ha già dichiarato qualche anno fa). Forse farà una pausa di uno o due anni e poi ricomincerà, mangiandosi quello che ha dichiarato, una nuova tour negli stadi o nei palazzetti.

Vasco è tutt'uno con il palco e non si potrà mai staccare da questo e dall'affetto e dall'amore di noi fans. La sua casa è il palco e quindi state tutti tranquilli: Vasco non è finito anzi ha intenzione di continuare.  

 

STATE TUTTI TRANQUILLI CHE VASCO E' ANCORA QUA

    


     

QUANTO SEI DISPOSTO A SOFFRIRE?!?

UN'ALTRA TOCCANTE CANZONE DEL NOSTRO AMICO DAVIDE BELTRANO

martedì 21 giugno 2011  

Davide Beltrano

 

Abbiamo l’onore di ascoltare in anteprima nazionale la canzone di un nostro caro amico Davide Beltrano. La canzone è  “Quanto sei disposto a soffrire?!?” ed il link per ascoltarlo è il seguente (clicca qui). 

Il testo parla di una storia d’amore improvvisamente finita, di un rapporto “stroncato” da un triste scherzo che il destino a volte ci riserva. In questo modo, la vita va avanti ma “nessuno, muore mai completamente”! Così una parola, un'emozione che non cessa di scomparire, un gesto di uno sconosciuto, fanno ritornare in vita la persona amata, che rivive, ora, nella routine quotidiana, che rivive nelle nostre sensazioni nascoste al resto della gente. Siamo tutti “disposti” al bene, al divertimento, alla spensieratezza ma quanti  son disposti ad accettare il dolore!? Quanti son disposti a convivere con il ricordo flebile di una passione!? Infatti, c'è qualcuno che invece di soffrire, scappa via, non affronta i problemi e così cade nel baratro più profondo. Invece penso che a volte bisogna riuscire a convivere con i propri dolori, cercare di essere disposti anche a soffrire e non solo a vivere momenti felici... Perchè poi è dalle sofferenze che noi risorgiamo e costruiamo un nuovo "io"... è dalla sofferenza che impariamo la VITA! E allora dimmelo tu, dove si ferma l’infinito, dimmelo tu, a cosa serve questo dolore che si alterna con le gioie, dimmelo tu:

QUANTO SEI DISPOSTO A SOFFRIRE?!?